venerdì 27 gennaio 2012

Albatros

Albatros

Spesso, per divertirsi, gli uomini d’equipaggio
catturano degli albatri, grandi uccelli di mare,
che seguono, indolenti compagni di viaggio,
la nave che scivola sugli abissi amari.

Appena li hanno deposti sul ponte,
questi re dell’azzurro, maldestri e vergognosi,
lasciano cadere miseramente le grandi ali bianche
come remi inerti trascinati ai loro fianchi.

Quel viaggiatore alato, com’è sgraziato e remissivo!
Lui, poco fa così bello, com’è comico e brutto!
Uno gli stuzzica il becco con la pipa,
un altro imita, zoppicando, l’infermo che volava!

Il Poeta è come lui, principe delle nuvole
che sfida la tempesta e se la ride dell’arciere;
fra le grida di scherno esule in terra,
le sue ali di gigante non gli permettono di camminare.

di Charles Pierre Baudelaire

Mi è sempre piaciuta questa poesia, sin da quando andavo a scuola ... 
L'albatros è ognuna di noi... grandi sforzi, altissime montagne scalate nella vita di ogni giorno, lunghi percorsi a ostacoli senza mai riconoscere a noi stesse il valore.
Quindi, carissime, pensiamo, riflettiamo  cominciamo a riconoscere le qualità che abbiamo dentro.
Un abbraccio

Benvenute!

Benvenute in questo blog!!!
Come mai anche questo? Questo sarà dedicato alla vita pratica, al Cammino Personale come Donna, al risparmio, idee da mettere in pratica, suggerimenti , rapporti genitori-figli, il nostro spazio interiore … un misto tra Magia e vita pratica. Mi Auguro che la partecipazione sia tanta perché  per renderlo bello, funzionale e interessante ho bisogno del vostro aiuto!!!
Un abbraccio a Tutte!